Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2021

Il processo

"Davanti alla legge c'è un guardiano. Un uomo di campagna viene da questo guardiano e gli chiede di poter entrare nella legge. Il portiere però gli dice che ora non può permettergli di entrare. L'uomo riflette e poi chiede se allora potrà entrare più tardi. Può darsi, dice il guardiano, ora però no. Siccome la porta che dà accesso alla legge è aperta come sempre e il guardiano si sposta da un lato, l'uomo si curva per guardare, attraverso la porta, all'interno. Quando il guardiano se ne accorge, ride e dice: Se ti attira tanto, cerca pure di entrare malgrado il mio divieto. Stai attento però: io sono potente. E io sono solo il guardiano di grado più basso. Di sala in sala però ci sono guardiani uno più potente dell'altro. Già lo sguardo del terzo non posso sopportarlo neppure io. L'uomo di campagna non si era aspettato simili difficoltà, la legge dovrebbe pur essere accessibile sempre e a chiunque, pensa, ma ora che osserva meglio il guardiano nel suo mant

Umano e non umano

"Nella mappa del tuo impero, o grande Kan, devono trovar posto sia la grande Fedora di pietra sia le piccole Fedore nelle sfere di vetro. Non perché tutte ugualmente reali, ma perché tutte solo presunte. L'una racchiude ciò che è accettato come necessario mentre non lo è ancora; le altre ciò che è immaginato come possibile e un minuto dopo non lo è più." Italo Calvino "Quando non si è più bambini si è già morti." Constantin Brâncuși       A sinistra un arbusto stravagante sopra una lastra di terra e un incosueto ellissoide nell'azzurro di un cielo che è appena un'ipotesi, tutto di lucido e incorruttibile metallo.       A destra una figurina intermittente: tavole di legno sospese nell'aria per busto e gambe e una testa reclinata, che fa menzione di una scultura del grande Brancusi, con identica materia legnosa.        Umano e non umano o soltanto un'altra estenuante interpretazione della realtà? E ancora ombre lunghe, disegnate dai r